mercoledì 23 maggio 2012

23 maggio 1992



I pensieri sono gli stessi provati gli anni passati,parole sparse vomitate qua sopra per ricordare la strage di Capaci dove Giovanni e tutti coloro che erano con lui persero la vita per una giustizia che ancora oggi non esiste. 

I sentimenti sono gli stessi,
la rabbia è la stessa, 
e purtroppo… 
l’Italia è la stessa se non peggio.
Ogni anno mi sforzo di dire che loro non sono morti invano,
ogni anno mi dico che se ci sono milioni di persone che applaudono quando vedono una loro fotografia qualche testa “buona c’è”.
Ogni anno però che non cambia nulla, e di anni ne son passati davvero tanti.

Si è detto tanto, si è scritto tanto ma evidentemente non si è fatto abbastanza per lottare contro la mafia, 
contro  la disonestà e contro i soldi facili e sporchi.

Scelgo di ricordare solo perchè non posso farne a meno, solo perché come insegnava Giovanni :

"Chi tace chi piega la testa muore ogni volta che lo fà,
chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola"
Giovanni Falcone



S. 

13 commenti:

  1. Già..
    Ma purtroppo qualcosa, da quel 23 maggio 1992, è cambiato, ed è cambiato in peggio, perché la Mafia è un cancro che si espande sottilmente, subdolamente e marcisce tutto quello che incontra.
    Perché legalità non è una parola che fa parte del suo vocabolario, perché gli interessi sono più forti dello sviluppo, perché questo paese non è pronto, e purtroppo forse nemmeno mai lo sarà a basere il suo status sull'onestà, sulla legalità, sulla giustizia.
    Non sono morti invano, ma per pochi, e quei pochi, non hanno il potere di cambiare le cose...

    RispondiElimina
  2. Una preghiera per non dimenticare

    Con affetto
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  3. Rabbia.... mi dispiace ammetterlo, ma mi rimane solo la rabbia... e la paura (speranza?)che prima o poi la rabbia che c'è un po in tutti noi esploda in modo incontrollato.

    RispondiElimina
  4. Che ricordi dolorosi...
    Fra l'altro scusami se in questo periodo sono poco presente, ma sono molto indaffarata col lavoro... :-(
    Comunque, domenica dovrei essere a Firenze: se siete liberi in zona aperitivo (dalle 18 direi) vi aspettiamo alla Libreriacafè La Cité!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tranquilla ciccia! Anche io ho poco tempo in questo periodo epr seguire tutti come vorrei! Domenica cerco di fare un salto a salutarvi!!!

      Elimina
    2. ...ehm... pare che rimandiamo di nuovo... :-(

      Elimina
  5. @ Boh:
    Ma magari esplodesse in modo incontrollato, sarebbe forse l'inizio del vero cambiamento...
    Ma non abbiamo le palle per farlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah.. se le cose non cambiano io non credo che ci siamo così lontani... prima o poi la nostra rabbia esploderà ... e non so se sarà un bene o un male...

      Elimina
    2. Esatto.... non amo la violenza.... ma l'esasperazione porta violenza... e non ci siamo molto lontani...

      Mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato e per coloro che vorranno ascoltare all'affermazione della verità.
      dal film "V Per Vendetta"

      Elimina
  6. La storia non va dimenticata.

    RispondiElimina
  7. Oggi ripeto il mio commento come è giusto che sia, è una giornata dove il dolore diventa un pò più pungente e il pensiero fa un salto indietro. Ma ogni giorno la storia la fanno i grandi uomini, loro non sono mai, veramente, morti. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro non sarano mai veramente morti fino a che ci saranno persone pronte a difendere le loro idee e portarle avanti...
      e io spero ogni giorno che ce ne siano sempre di più...

      Elimina

DaiDaiDai... Partecipa al mio caos!

social network

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...