lunedì 1 ottobre 2012

Prego, firmi qua


Di firme importanti nella mia vita ne ho messe diverse….

La prima firma importante è stata quella che ho fatto in una giustificazione scolastica.
Se hai 18 anni e fai il liceo, 
puoi finalmente fare forca ( non so se il termine forca si usa solo a Firenze , dite come preferite, forca,sega,bigiare, jump… insomma … sostituite forca con il termine che vi rappresenta di più)  e firmare la giustificazione da soli.
Me la ricordo… 
era maggio inoltrato, avevo appena compiuto i fatidici 18 e, dopo una forca al Giardino di Boboli la mattina , in classe, compilati e firmai la mia prima giustificazione da maggiorenne.
Una bella sensazione… 
mi sentivo incredibilmente figa e matura 
( poi il fare forca a scuola e l’essere matura , son cose che legano il giusto mi rendo conto ma a 18 anni non si va tanto per il sottile!).

La seconda firma importante è quella che ho messo nel libretto dell’università, quel libretto blu , rigido , con la foto in prima pagina ,
i miei dati anagrafici e la firma mi faceva sentire parte di un mondo adulto 
“ Gli universitari” , nel mio caso “Gli accademici” .
Mi sembrava di esser parte di una cerchia di eletti, una gruppo ristretto di illuminati artisti ( ho sempre avuto un ego incontenibile…) .
Adoravo arrivare agli Uffizi , presentare il mio libretto firmato e poter entrare gratis come se davvero fossi stata un’artista vera.

Poi ci sono altre firme a cui sono particolarmente legata…
Diciamo che la terza firma può essere questa: 
Il primo quadro fatto ad olio, 
al momento di finirlo il prof mi disse : “ Se è finito firmalo!” .
E io firmai… 
ma volevo una sigla, una firma che fosse un segno distintivo mio, nonuna cosa banale...
Corsivo? Stampatello?Iniziali ?
Optai per iniziale del nome cognome e data…
volevo essere originale e scelsi il massimo della banalità.
Ormai li firmo tutti così…
mi son pentita ma uno standard è uno standard no?

La quarta firma a cui sono legata è quella della mia prima vignetta.
Disegnavo vignette calcistiche per un orrendo giornalino che distribuivano gratis allo stadio e che aveva , il solo e unico compito di trasformarsi , 
o in coriandoli ,
o in guancialino su cui poggiare  le stanche membra .
Illustravo la rubrica del tifoso  ,
io che di calcio non ne ho mai capito una mazza …. 
La prima vignetta fu un parto.
Mi consegnarono l’articolo .
Parlava di quelli che allo stadio tengono l’ombrello aperto e parano la visuale a quelli dietro.
Oltre a questo dovevo fare anche il tifoso per eccellenza… 
personaggio che avrebbe fatto la sua porca figura in ogni articolo ,
vicino al titolo della rubrica.
Credo di aver impiegato almeno dieci ore per fare due vignette .
Alla fine mi dissi soddisfatta e firmai. Nome e data . Stop.
Le vignette quindi da sempre le firmo così. Nome e data.
Anche qui che devo dirvi, uno standard è uno standard.Il mio è uno standard banale ma ormai mi sono buttata sulla banalità. 

Son firme importanti anche quelle che ho fatto per i matrimoni a cui sono stata testimone ( due ) ma non ricordo di aver avuto brividi particolari al momento di metterle.
Cosa diversa per quella che , credo sia stata una delle firme più importanti della mia vita.
La quinta firma è quella che ho messo sui moduli per acquistare ,
la mia PRIMA CASA.
Tutto il mio coraggio l’ho messo in quella firma , 4 anni fa.
Ancora oggi, quando la osservo stento a credere che sia la mia firma. 
Storta, traballante , quasi illeggibile…
son quelle firme cariche di tensione , mentre firmi ti dici :
“ Maremma impestata ladra , quest’anno niente ferie, niente borse Vuitton, niente scarpe , niente jeans … risparmiare per pagare il mutuo e amen! “
Forse è per questo che la firma è venuta così male.
Così’ traballante.
E' intrisa di sofferenza e di dolore!

Queste le firme importanti della mia vita fino a poco tempo fa.

Nei primi giorni di luglio l’elenco si è allungato.
Ho messo una firma che è costata fatica, 
coraggio e qualche lacrima .
Una firma importante .


Ho firmato la vendita definitiva della mia prima casa che adesso,
non è più mia . 
L'ho venduta ad un ragazzo delizioso , 
a una cifra discreta a sopratutto in pochissimo tempo. 

Non  l'avevo detto prima per scaramanzia... 
Ma ormai ci siamo......

Entro il 20 ottobre devo liberarla e chiudermi la porta alle spalle...

In parte sono contenta ,
ma per ora, vedo solo il portone di casa ,
della mia CASA MOSSA che si è chiuso per sempre alle mie spalle. 

Con la casa ,
se ne va anche una parte della mia vita. 

La vita della single folle che faceva la quattro la mattina per locali.
La ragazza irrequieta che magari non riusciva a dormire e faceva le pulizie alle 4 di notte. 
La ragazza paurosa che dormiva con le finestre sprangate anche d'agosto per la paura dei ladri. 
La ragazza che non cucinava MAI
e che aveva il frigo rigorosamente VUOTO . 
La ragazza che si nutriva di panbauletto del mulino bianco e marmellata di arancia Chiaverini e, 
quando era particolarmente ispirata, di passato di verdura surgelato. 
La ragazza che si sentiva tanto figa a bersi un bicchiere di vino rosso , 
nel calice da degustazione leggendo un libro alle otto la sera , 
dopo lavoro....
La ragazza che controllava se c'era nascosto qualcuno dentro gli  armadi prima di andare a dormire.
In quella casa c'è un pezzo di me. 
una me che davvero non esiste più.
Una me che resta li dentro, 

La nuova me , 
quella più serena, 
quella che ha messo un pò la testa a posto( ma solo un pò è!)  ,
se ne va in una casa più bella,( quando la troveremo... )
più grande, (speriamo!)
nella nostra casa  con lui. 
Sopratutto con lui. 
Per fortuna.... con lui.
( che pazientemente sopporta , sopporta,sopporta ....)



Sempre vostra, e ufficialmente senza tetto...

S.




51 commenti:

  1. che emozione, Silvietta... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e , nonostante la gioia... che lacrimoni ad ogni scatola!!!!

      Elimina
  2. Non ti dico che mi dispiace, anche se un po' mi dispiace.
    Che malinconia quando una cosa finisce!
    Ti faccio i miei più sentiti auguri e un grande in bocca al lupo per la nuova ricerca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una parte di me è tanto dispiaciuta.... l'altra me, guarda avanti e sogna la nuova casa"mossa"!

      Elimina
  3. Ecco se riesci (te lo dice una che non ci riesce mai...)guarda solo avanti...ti capisco e ti abbraccio...in questo momento felice...serve lo stesso...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci riesco mai a guardare solo avanti!Son nostalgica e malinconica di natura...e spesso mi volto indietro... ora però tento di guardare avanti.. a quel che di buono aspetto che arrivi!

      Elimina
  4. La vita va avanti tutto passa e si trasforma ma i ricordi non li potrà mai cancellare nessuno.
    In bocca al lupo per tutto Silvietta!
    Buona vita
    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo Buona Vita... mi piace!
      Guardo avanti.....e vediamo che succede!

      Elimina
  5. Che bello :) Un gran bel lieto fine quello della casa e di Lui :) Per ora io sono fermo alla firma ''universitaria'' :) C'è tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello essere fermi alla firma universitaria.... tornerei a quei bei tempi subito! Non cambierei nulla.. ma li vorrei tanto "rivivere" di nuovo! Grandissimi anni!

      Elimina
  6. In ogni casa lasciamo un pezzo di noi.. Un pezzo lo lasciamo nella casa dei nostri genitori, in quella camera che per anni è stata il nostro regno incontrastato, e un pezzo lo lasciamo in ogni casa che giriamo fino a trovare quella definitiva.. È inevitabile... Per questa cosa sono molto bravi i british, i quali distinguono fra house, mto impersonale, e home, il nido...
    Non è facile racchiudere parte di un vissuto in uno scatolone, e pensare che finisca tutto con un nastro di adesivo, ma ogni libro, anche il più bello ed entusiasmante, quando finisce lascia un buon sapore, che è il ricordo, e quello nessuno lo può portare via..
    Ecco cosa ti rimarrà, di questa casa, tanti bellissimo ricordi rinchiusi nell'album della tua mente, pronti per essere sfogliati appena ne senti il bisogno! Là fuori c'è una nuova home che ti sta aspettando, una home dal sapore dolce e dal profumo dell'Amore, e son certa, sarà bellissima, perché sarà la Vostra Home!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel pensiero mi hai lasciato bella Debby.. è vero.. un pezzettino di noi lo lasciamo in ogni casa... e il primo pezzo resta davvero nella cameretta piena di poster e caos...
      Adesso cerco di guardare avanti e sogno.. la casa nuova!

      Elimina
  7. Che belle cose hai scritto, mi sembra quasi di vederla, la ragazza di cui parli, in ognuno dei momenti che hai descritto.
    Hai raccontato in breve l'evoluzione di una persona...
    Mi sono emozionata, e non è cosa di tutti i giorni, credimi.
    Spero che il futuro ti porti tanta felicità! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere essere riuscita a trasmettere l'evoluzione di questi anni... a volte difficili,a volte intensi a volte noiosi ma nell'insieme bellissimi...
      Ora apro un capitolo nuovo e ... riparto di slancio verso nuove avventure!
      Un bacio e spero che anche a te il futuro porti una vita felice e serena!

      Elimina
  8. la tua vita raccontata attraverso una firma... e c'è ancora tanto da raccontare... e poi la prossima casa... che si spera mossa!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-D già.. son tant le firme importanti da aggiungere all'elenco! Vediamo quale sarà la prossima... intanto aspetto la prossima casa.... rigososamete mossa!

      Elimina
  9. La tua vita è piena di firme importanti. A me in questi giorni stanno attribuendo pure la firma digitale...

    Un bacione cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accipicchia! La firma digitale è importante.. da SUper Donna in carriera!
      Bacio!

      Elimina
  10. Post delizioso. Mi sono veramente divertita e commossa! Tanti auguri per questo passo importante e bello.
    Un abbraccio e buona ricerca per la nuova casa.

    Duni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E per la nuova casa.. speriamo non ci sia molto da aspettare!

      Elimina
  11. Bel post. Complimenti per questa tappa! Pensa che io mi sono commossa quando ho rivenduto la prima auto che avevo comprato... e la mia piccola anche, c'è rimasta male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco... anche io quando ho "rottamato" la mia Y10 bianca mi son quasi commossa... anche lei era custode di mille segreti e mi aveva accompagnato in mille nottate folli! Pensa vendere una casa che hai da 4 anni ... mamma mia meglio che sorrido e non ci penso!!!

      Elimina
    2. Forse è per questo che non mi ci vedo a diventare propretaria di casa ma finisco sempre in affitto :-) Io ho già traslocato un sacco di volte, ma spesso l'euforia del nuovo mi nascondeva la malinconia di lasciare la vecchia casa. Allora vai con il futuro!!

      Elimina
    3. L'affitto non ha mai fatto per me... ci sono stata un paio d'anni ma non mi sentivo " a casa mia" ... e alla fine ho fatto il grande passo.... e ora... si riparte!

      Elimina
  12. Non ricordo bene se è stata la mia prima firma, comunque era una nota sul diario alle medie.. Non avevo studiato la lezione di scienze.. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh... le note sul diario... ne conto parecchie anche io... ma quelle son firme intrise di terrore... il terrore della punizione che mio babbo mi avrebbe dato appena tornata a casa! Paura!

      Elimina
  13. tutto bello e tutto simpatia sto post..ma.. non ci vengo a darti una mano a pulire :P...
    bella Topaaaaaa.... guarda che si brinda che si entra nel nuovo!!
    bacio bella :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla! L'ho venduta e ... la lascio sporca!!!
      Casomai verrai a darmi mano a pulire la nuova! ;-D

      Elimina
    2. io mi riferivo a quella nuova.. trallallerò :p

      Elimina
    3. allora via... verrai solo ad ubriacarti con me in casa nuova!

      Elimina
  14. Quante cose di te sei riuscita a dirci attraverso il filo conduttore della firma! Questo post mi è piaciuto tantissimo.
    Io che mi affeziono alle cose e alle case come fossero esseri umani al tuo posto ora avrei bisogno di molto vino rosso per tirarmi su... bevuto direttamente dal decanter...
    Ma ora ci sono Lui e la Nuova Casa a cui pensare. Ti auguro di trovarne una che ti faccia innamorare e che possiate sentire proprio vostra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuto.... quanto al vino rosso.. non me lo sono fatto mancare!
      Speriamo di trovare prestissimo la casina che fa per noi!

      Elimina
  15. Lasciare qualcosa alle spalle è sempre triste, se le cose sono importanti... ma la nuova vita, più bella ti aspetta!

    RispondiElimina
  16. I traslochi ed i cambiamenti di dimora mi hanno sempre un po' fato soffrire. Persino quando, nel periodo universitario, vivevo nella "casa dello studente" ed ogni volta che ero costretta a cambiare stanza, e quindi fare fagotto e spostare la mia roba, mi veniva sempre il magone ed i primi giorni nella nuova stanza pensavo ai bei momenti trascorsi nella stanza precedente.
    La cosa che fa più male in assoluto, secondo me, è abbandonare un luogo che ha custodito una parte della tua vita. L'ha condivisa con te quasi come fosse stata tua "complice", la tua amica fidata.
    Ora non ti resta che trovarne una che ispiri anche queste caratteristiche oltre che essere mossa :), anche se sarà condivisa con lui...
    E non abbandonare del tutto quella parte di te che presumi sia rimasta nell'altra casa. "Quell'altra te" ti potrà sempre servire.... Fidati :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'altra me è sempre viva e non la potrò mai abbandonare.. diciamo che le abitudini negli ultimi anni sono un pò cambiate ma io son sempre la stessa irrequieta rincoglionita!!!
      E adesso c'è solo da comprare la casetta nova insieme, cercando di non piangere troppo lasciando questa!

      Elimina
  17. ...beh un leggero senso di precarietà può anche rendere la vita migliore... certo,, è un po' come quando mettiamo le bambole in soffita, sentirsi improvvisamente "grandi" da stordimento... ma dicono valga lapena... dicono il meglio debba ancora venire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il meglio deve ancora venire si... mi aspetta..... un figlio urlante che la notte mi sveglia, le corse per portarlo all'asilo prima di entrare in ufficio , la casa più grande da pulire .....si, decisamete il peggio deve ancora venire.. ops.. ma qui si diceva che il meglio deve ancora venire!!!
      A I U T O !

      Elimina
  18. "La ragazza paurosa che dormiva con le finestre sprangate anche d'agosto per la paura dei ladri" sono anche io! Ti ho seguita instagram, Berlino è stupenda ... come vedi adesso, sono una blogger anche io, con un po' di coraggio e molto dilettante, il mio blog ha il seguente indirizzo:
    http://sagrefirenzepratoenonsolo.blogspot.it/
    Se ti va, e quando hai tempo, visitami pure e criticami pure, anche impietosamente, voglio imparare a gestire un blog.
    Visto che stai a Firenze, spero che il mio modesto blog ti possa essere utile per scegliere dove mangiare qualche fine settimana. Per quanto concerne i gadgets, ancora è da costruire, ma le segnalazioni delle sagre ci sono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona! Benvenuta nel mondo delle blogger .... tranquilla, siam tante e quasi nessuna è una professionista! Lo facciamo tutte per divertimento e per la passine della scrittura "condivisa"... vwengo a trovarti in giornata e ,ti dico cosa penso del tuo nuovo nato del web!!!

      Elimina
    2. Grazie! Ho letto con avidità i tuoi preziosi suggerimenti e mi sono messa al lavoro subito per applicarli. Ho inserito il gadget dei lettori fisso e con grande sorpresa ho visto che già ne avevo una :-O incredibile!

      Elimina
    3. Adesso di lettrice ne hai due e vedrai che cresceranno!!!!!Felice di esserti stata d'aiuto!

      Elimina
    4. Grazie a te! In bocca al lupo per le decisioni relative alla tua vita :-)

      Elimina
  19. Bella questa idea del ripercorrere le tappe importanti attraverso le firme :-)
    E' che più passa il tempo e più sono... pesanti... :-)
    Ma noi andiamo avanti col vento in poppa! E soprattutto con lui ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se LUI regge botta! Potre farlo scappare con il mio nervosismo!!! :-D

      Elimina
  20. Dai, che bello! Certo non è facile rinunciare ad un pezzo di vita importante come la casa... ma sono così felice per te! Buona fortuna per tutto!

    RispondiElimina
  21. Bello questo viaggio nella tua vita fatta di firme :) Buona fortuna per tutto!

    RispondiElimina
  22. Bello bello Silvi!!!presto un'altra firmina ed è fatta!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È già ....la prossima firma costerà parecchio...in tutti i sensi!!!

      Elimina

DaiDaiDai... Partecipa al mio caos!

social network

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...