martedì 23 ottobre 2012

La sfiga nei cartoni....

Avevo promesso che avrei approfondito.
E so che voi aspettavate molto questo post.
Vi conosco... 
siete o non sieti i lettori miei preferiti??? ( Ruffiana? Chi io? Ma và... )

Sapevo che quando ho parlato dei miei amori giallo paglierino ,
e ho buttato la 'sto fatto che i protagonisti dei cartoni degli anni 80 eran tutti sfigati voi ci tenevate ad avere un post " a posta ".(Un applauso alla frase per cortesia)

Quindi io che ci tengo parecchio ai vostri desideri ve lo sforno subito...


E DUNQUE....
Nlei commenti del post sull'amore giallo paglierino ho riscontrato , 
da parte di molte di voi donzelle un grande amore per i fratelli di Giorgie, principalmente Arthur. (Buongustaie le mie amiche blogger... )
Qundi vorrei spendere due paroline sulla "DOLCE GIORGIE".

Si vede che è furba... fa pure lì'occhiolino...
Ecco , chiamarla Dolce mi pare un filino azzardato , 
sarebbe come dire che Hitler era pò aggressivo. 
Bella ragazza bionda che , non avendo a disposizione amici, e nemmeno amiche decide, per placare le sue pulsioni sessuale di farsi i suoi fratelli.
Ma non riesce a scegliere, se li fa un po’ tutti e due.
Ovviamente Giorgie è orfana e i suoi fratelli sono in realtà "fratellastri" , questo per gli sceneggiatori dovrebbe rendere tutto più "limpido" 

Proseguiamo e buttiamoci sul facile.

REMI&PELIN 
Ne avevo accennato anche nel post precedente a Remi  , quel bambino che fa schiattare qualunque cosa gli si avvicini , quanto a Pelin, beh non era da meno....

si vede che è un bambino felice ....
Due cartoni così tristi, ma così tristi, ma così tristi che son sicura che quando "il mì babbo" me li faceva vedere segretamente si toccava le palle…
Per dire..

Remi ha una famiglia che lo ama moltissimo, lo ama così tanto che quando si trova in difficoltà economiche gravi la prima cosa che fa è quella di venderlo ad un ambulante che conduce una vita errabonda.
Giusto per garantirgli un futuro sicuro e sereno.
Inizia così una vita di vagabondaggio suonando non mi ricordo che strumento, insieme a questo vecchio  che ,chiaramente muore ma , 
botta di culo , lo lascia con duemila bestie da custodire ,
che per “fortuna “ nel corso del cartone piano piano schiattano.
Lui resta solo fin quando non ritrova la mamma e il fratello, INVALIDO…
C’è sufficiente materiale per andare in analisi per 30 anni….

E Pelin mi direte voi? 
Non ve la ricordate? 

La Peline  oltre che sifgata era pure brutta come il peccato....
"La Peline" nasce in Bosnia ( paese dove si respira un noto clima di pace..... )  
da una coppia di fotografi. 
Felice e spensierata fino a che.... 
suo padre MUORE. ( nova! Chissà perchè nei cartoni anni 80 i genitori dovevano morire sempre nelle prime due puntate.... ) e lascia Pelin sola con la mamma,
le due iniziano un lungo viaggio per arrivare in Francia ,paese in cui vive il nonno paterno ricco sfondato che non vede di buon occhio la nuora povera .
Ma questo non è un problema perchè... indovinate? 
Durante il tragitto la madre di Peline si ammala e.... muore.
( e che avevate dubbi???? ).

Vita facile anche la nostra Pelin...
  
Questi due cartoni mi hanno insegnato che se la sfiga ti vede, 
poi non ti molla più, e sopratutto che , nei cartoni anni 80 i genitori facevano  una comparsata nelle prime puntate e poi...Caput!
Fare la parte del genitore di un personaggio dei cartoni era presagio di morte certa.

Vorrei concludere con "FORZA SUGAR ".
Uno dei miei amori giallo paglierino.

Rarissima immagine di Sugar con Padre....
 
Il Bambino che cresce solo con il padre,
un  pugile professionista che "chiaramente" muore sul ring.
Il piccolo sugar passa la vita ad allenarsi a pugilato per vendicare il babbo morto. 
La sua preparazione atletica è curata da un buon allenatore...
Un ex -pugile alcolizzato.

Quali esempi meravilgiosi... 
Un bambino che cresce sognando di ammazzare un uomo supportato da un alcolizzato.


E per forza che la mia vita mi pareva bellissima da bambina....
Con questi esempi!!!! 
Ora capisco perchè quando ero bambina i cartoni c'erano solo dalle 
16:30 alle 17.30 su BIM-BUM-BAM....

Un'ora di sfiga era più che sufficiente...
  

Sempre vostra , nel magico mondo dei cartoni....

S.  

41 commenti:

  1. Remi è veramente il campione della sfiga! Ma citerei anche la ragazzina di Hello Spank, che aveva il papà annegato in mare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già come dimenticare l'allegrissima frase della sigla " HELLO SPANK IL MIO PAPà.... L'HA PRESO IL MARE DOLCE SPANK "....Mamma mia... c'è da mettersi a piangere e non smettere per un 'ora!!!

      Elimina
    2. Io capivo "HA preso il mare"... Quindi mi immaginavo un capitano di lungo corso... O_O

      Elimina
    3. Figuriamoci se poteva esserci una nota allegra per un genitore nei cartoni anni 80...ovviamante... schiatta anche lui!

      Elimina
  2. Ci credi se ti dico che mio suocero è un fan sfegatato di Pelin? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Com'è possibile?!?!
      Fammelo conoscere.. dev'essere un esemplare di una rarità estrema!!! :-D

      Elimina
  3. per me hai bisogno di ferie :-)
    ciao bella Topa :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari!!! Quando son stressata mi butto sempre nei ricordi anni 80.... mi rilassano!!!

      Elimina
  4. 'un ho capito. Qui ci si scorda di roba come Candy Candy (orfana in orfanotrofio, gli muore il primo fidanzato, il secondo la pianta anche se è innamorato perchè si è fatta male una tipa, l'adottano e la trattano a pesci marci in faccia eccetera..), TUTTI i piloti di robottoni erano degli strafighi stasfigati con la famiglia assassinata alle spalle... Actarus in testa, un principe extraterrestre (che tra l'altro si innamora dell'unica femmina manga insulsa e sciapita) supercombattente e con il pianeta distrutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Candy è indimenticabile... ma ho fatto una scelta "ponderata" (odio il termine ponderata....è così lontano dal mio modo d'essere..) ma se vuoi possiamo argomentare sui cartoni alla macchinetta del caffè!

      Elimina
  5. ehehheh ma gli sceneggiatori di sti cosi devono pur trovare una spiegazione al fatto che sti bimbi se ne vadano da soli a vivere le loro avventure in giro per il mondo?
    se non fossero morti , ad esempio, il papà avrebbe rinchiuso la prima in un convento, ai primi segni di precoce amore per il triangolo, mentre Remi si sarebbe iscritto ad un conservatorio e tutto ok...
    Insomma, ma sti servizi sociali cosa fanno? ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gegge..proprio te... mi odio per non aver ancora finito il tuo disegno ma con due traslochi in mezzo faccio fatica pure a scrivere due righe a settimana!!!NON ODIARMI TROPPO.. CE LA FARO'!!!
      Quanto al commento hai ragione...i servizi sociali erano scarsini negli anni 80!!

      Elimina
  6. Te non ci crederai, ma avendo una bambina di 9 anni la mattina facciamo colazione con pane burro e marmellata accompagnati dai cartoni animati di Italia 1! Indovina che stiamo guardando prima di recarci a scuola in queste settimane? Georgie, ma va?
    La cosa preoccupante è che, quando mia figlia l'accompagna a scuola il babbo, io continuo a sfaccendare e a prepararmi cullata dalla fine della sigla di Georgie per poi inziare con Haidi! Dove io puntualmente in alcune puntate piango pure!!!
    Io sono da analisi perchè ho 40 anni e piangere ancora per alcune scene di cartoni degli anni 80 è incredibile!
    Ma ti dirò di più, poichè Candy Candy non l'anno più trasmessa in nessun cavolo di canale di questo mondo, mi sono fatta scaricare da mio suocero tutte le puntate e mano a mano con mia figlia ce le siamo viste tutte! Non potevo che lei crescesse senza Candy Candy!
    Ciao bella mi fai comunque sempre ridere

    P.S. A proposito di vestiti color paglierino, anche Uma Thurman in kill bill non scherzava!Eppure non erano gli anni '80...mistero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io Remi e Heidy non son più riuscita a guardarli...mi avvilisco!!!!!Candy invece confesso.. che pure io ho tutte le puntate in DVD!
      p.s. MI hai citato una mia IDOLA ... Uma è una grande!Anche in versione gialla!

      Elimina
  7. Come hai potuto dimenticare Candy, Spank e Mimì, che non perde i genitori, ma il suo adorato fidanzato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non li ho dimenticati... ho fatto una mini cernita... però vedo che Candy piace davvero tanto a tutte... le dedicherò un post più avanti!

      Elimina
  8. Mi impegno a ricommentare quando sono davanti ad un pc.... e non questo cavolo di cellulare .... ma..... "La balena Giuseppina"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la balena Giuseppina !!!non mi ricordo la trama ma solo la canzoncina della sigla ...carina!!!

      Elimina
  9. Per me hanno guardato troppi cartoni di Walt Disney, anche lì i genitori non ci sono mai, e spesso muoiono di morte cruenta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi appuntiamoci questa cosa:se ci propongono come lavoro di fare la parte del genitore nei cartoni animati...rifiutiamo!che alla seconda puntata ci seccano!

      Elimina
  10. Bello questo post! Spesso con i miei amici ci siamo trovati a parlare proprio di quanto fossero "tristi e sfigati" i cartoni animati della nostra infanzia. Vogliamo parlare di Lady Oscar? <<...tuo padre voleva un maschietto, ma ahimè sei nata tu...>> una bella sigla che infondeva molta fiducia nella povera Oscar. E Lovely Sara? Dove la mettiamo? Spedita in un collegio dal padre ricco, che all'improvviso sparisce in viaggio e la povera sara passa da essere una piccola principessa a sguattera, aiutata dalla "simpatica" signorina Rottermaier. Ce ne sono talmente tanti che a volte mi chiedo: "ma come facevamo a guardare tutta questa tristezza?".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà ...magari c'è li facevano vedere a scopi educativi,della serie "e te ti lamenti perché devi spolverare la tua cameretta?Guarda i personaggi dei tuoi cartoni preferiti che vita facevano senza lamentarsi mai!!!"
      P.s.ma lo sai che lovely sara non me la ricordo proprio ???

      Elimina
    2. http://www.youtube.com/watch?v=8CDmTQd96LY era triste anche la sigla ç______ç

      Elimina
  11. Sfigati, ma nonostante questo si ricordano sempre con un sorriso sulle labbra. Fra quelli che hai menzionato, trovo che il più triste era sicuramente Remì... Non è che me lo ricordi limpidamente, ricordo però che le use puntate mi lasciavano sempre con quel velo di tristezza. Simile a Remì, il suo antagonista direi, era Pepero, un bambino peruviano che parte all'avventura, alla ricerca di suo padre e di El Dorado, dove si diceva ci fosse un tesoro....
    Però non ricordo come finiscono questi cartoni... Ma poi Remì che fine fa??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la sai che Pepero non me lo ricordo proprio?!?anche questo lo devo cercare su youtube ...leggendo i vostri commenti mi accorgo che mi mancano un sacco di elementi fondamentali .....quanto a Remi....lo sai che non mi ricordo proprio che fine fa ???

      Elimina
  12. mamma mia che ricordi...


    come potremmo scordarli?

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impossibile!!!! E poi... a me piace un sacco ricordarli! Nonostante la sfiga!

      Elimina
  13. Oddiooo io rido, però cavolo, ci hanno segnato l'infanzia sti cartoni, che da bambina mica ci fai caso... pensa a Heidi che rimane sola col nonno e poi la sbattono a Francoforte dove fa amicizia con una bambina invalida, a Candy Candy in orfanotrofio, a Anna dai capelli rossi.... cioè voglio dire, ma una cosa allegra mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto... sul momento mica ci facevamo caso... guardandoli a distanza di tempo invece...ma come ho scritto sopra.. forse ce li facevano vedere per farci capire come eravamo fortunati!

      Elimina
  14. Arieccome :p
    Vogliamo parlare di..di... "Ryu il ragazzo delle caverne" ?....
    Certo che a seguire son divenuti tutti sifigati, lui ha iniziato fin dalla preistoria... no... ma vi lascio il copia incolla di Wiki, che ho poca fantasia nel riportare :p

    "Ambientato in una non meglio definibile era preistorica gli esseri umani convivono con i dinosauri, Ryu è un bambino dalla pelle chiara, perciò completamente diverso dal resto della sua gente che è invece di pelle scura, e per tale ragione viene discriminato ed abbandonato a se stesso. Il piccolo viene accolto da una amorevole scimmia di nome Kitty e cresciuto come se fosse un proprio figlio.

    Divenuto un giovane adulto, non può fare nulla per difendere la propria madre adottiva attaccata ed uccisa dal terribile tirannosauro con un occhio solo chiamato Tirano. Per sconfiggerlo, vendicare Kitty ed eventualmente ricongiungersi con la propria vera madre, Ryu decide di intraprendere un lungo e difficile viaggio, al quale si unirà anche la bella Rhan, la quale a sua volta è alla ricerca del fratellino Dom, separato da lei in tenera età."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda cosa mi hai tirato fuori! Ryu è stato il mio primo amore... prima di Hiroshi... come ho potuto dimenticarlo!!!!
      Me lo ricordo benissimo ... alle prese con Tirano il Tirannosauro.... mi toccherà scrivere ancora sul mondo dei cartoni via.. ho lasciato troppi pezzi indietro!

      Elimina
    2. ahahahahah :p
      Guarda... credo che la nostra generazione, sia stata così tanto "bruciata" dai cartoni, che potremmo scriverci interi libri :)

      Elimina
  15. Che nostalgia... sopratutto quelli Remi e Peline, li seguivo ogni domenica sera, con papà, mamma e mio fratello... sono davvero nostalgici... grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te di essere passata cara Titti!!!

      Elimina
  16. Ma chi è sta Peline? Devo essere troppo vecchia.

    Bacio

    RispondiElimina
  17. Ma Conan e Lana dove li vogliamo mettere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa... un mio vecchio amico di scuola adorava talmente tanto questo cartone ... che ha chiamato la sua bimba Lana!

      Elimina
  18. per fortuna i cartoni animati di oggi sono mooolto più allegri! lo so perchè li ho testati personalmente supervisionando la programmazione di rai yoyo...sai com'è con un pupetto in casa sempre meglio tenersi aggiornate!

    RispondiElimina

DaiDaiDai... Partecipa al mio caos!

social network

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...