martedì 13 marzo 2012

malata immaginaria


Guarigione

Ho preso tutto?
Si , mi pare di si.
Controllo un ultima volta così sto tranquilla.
Eccole li in fila , nella mensola di vetro in bagno.  
Tutto quello che aiuterà la mia guarigione.
Riepilogando :
12 gocce dalla boccettina di vetro,
una pasticca di quelle rosa,
lo spray per la gola,
quello per il naso ,
un sorso di sciroppo e ci siamo.
Adesso posso dormire tranquilla.
Anche se…
Sento una strana  vertigine però.
Mi gira la testa.
Ma dai non è niente.
Ma invece mi gira davvero tanto.
Oddio , dev’essere la pressione.
Vado subito a misuramela .
130-139…
Mio Dio è alta.
Parecchio alta.
ODDIO CHE SARA?
Fammi prendere altre dieci gocce di xanax così mi calmo.
Ecco meglio.
Ora prendo la pasticca per la pressione almeno si abbassa.
Vado a letto e mi rilasso.
Ora si, adesso sto finalmente bene.
Non c’è niente che non va.
Anche se….
Questo braccio così informicolato non è mica tanto normale.
E poi mi pare proprio sia il sinistro.
Non è mica un sintomo da sottovalutare questo!
Anche questo senso di oppressione al petto è un chiaro sintomo .
OMIODIO mi sta venendo un infarto.
Lo sapevo.
Allora devo alzare le gambe , prendere un aspirina e l’ossigeno .
Per fortuna ho messo la bomboletta dell’ossigeno qui accanto al letto.
Respiro –respiro-respiro.
Sembra meglio. 
Anche se....
Sarebbe più sicuro chiamare il dottore. 
Lui mi guarirà. 
Lo so. 
Sento le palpebre così pesanti.
Non dovevo prendere tutte quelle gocce di ansiolitici.
Lo sapevo.
Sarà mica un principio di narcolessia?
Adesso magari mi addormento e mi risveglio in chissà quale posto.
Io chiamo il 118.
Li chiamo e vediamo che dicono loro .

“Si si, no adesso non mi fa più male il braccio ,
è che ho paura di addormentarmi e non svegliarmi perché ho preso troppe gocce di ansiolitici”
“Quante dite? Non ricordo di preciso… allora vediamo  20 di xanax prima di cena , più una pasticca di enctat durante la cena  e dieci gocce di lexotan dopo cena”
“No non sono pazza! E’ che di solito con questo mix dormo!“
Grazie!Grazie! Mi venite a prendere allora?Vi aspetto qui è!“
“Stia tranquilla, signorina , tempo dieci minuti siamo da lei, si faccia un bel caffè forte e ci aspetti d’accordo?”
“Oh si!!! Grazie , grazie davvero…non vedo l’ora di poter fare tutti gli esami necessari per guarire!"
"Si calmi signora, agli esami da fare ci pensiamo noi! "
"Si ma intnato vi dico cosa vorrei, allora vorrei analisi del sangue e delle urine,
poi piacerebbe anche una lavanda gastrica ,
una colonscopia,
una rettoscopia e …la prego!
Potrei avere anche una bella TAC alla testa per favore per favore per favore?!”

CLICK.

Pronto?

Pronto?
Pronto?
Pronto?
PRONTO????"




10 commenti:

  1. Ansia ipocondriaca descritta alla perfezione.....
    :-)

    RispondiElimina
  2. Già... forse non era proprio un racconto da guarigione... ma il mio neurone non ha partorito altro!

    RispondiElimina
  3. ipocondria da manuale... e anche da manicomio!

    RispondiElimina
  4. wow e come è serena mentre sta male o se lo immagina :)
    grande Silvi

    RispondiElimina
  5. Brutta malattia l'ipocondria...

    RispondiElimina
  6. noooooooooooooooooo che risate!!!!
    "allora mi passate a prendere???" :D
    oh, io chiuderò il racconto ma l'inizio... è tutto tuo!
    10!
    elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh... quando scrivo metto sempre un "pò di me" e un pò di altri nei racconti.. qui ci si gioca io e te al 50 %!!!

      Elimina
  7. Spero che tu sia già guarita...
    Che bel blog... grazie per avermi visitato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sana e salva!!grazie a DIo e' un racconto di fantasia...l'ipocondria non fa parte di me!grazie del commento e a presto!

      Elimina

DaiDaiDai... Partecipa al mio caos!

social network

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...