giovedì 27 dicembre 2012

Di Natale di attack e di macchina del pane...

....
è passato.
Il Natale è finito e per me , 
con lui finiscono anche le feste di Natale.
Il Capodanno lo detesto, la Befana segna la fine delle feste e , 
i giorni in mezzo fanno da contorno.
Quindi per me le feste di Natale son finite il 25 alle 23:59.

Gli anni passati , 
nel giorno di oggi , ero solita salire su aereo abbandonare l'Italia e l'incubo di dover festeggiare il Capodanno qui...
quest'anno ,
la mia nuova veste di "povera donna che si è indebitata per i prossimi 20 anni" ,
non è potuta volare verso terre lontane ma è rimasta qui,
sommersa da notizie politiche ai limiti del surreale...
condividendo l'incubo di tutti , ossia " Cosa si fa per Capodanno"?

Ecco...
io voto per non fare una mazza ma sono aperta a proposte economiche che non necessitino abiti glitterati e scarpe con i tacchi.(Mi perdonino Enzo e Carla)
Male che vada starò a casa ad ingozzarmi di gorgonzola e vino rosso con il Santo che condivide con me l'odio per il Capodanno.

Ma proseguiamo...




So che tutti adesso state letteralmente smaniando dalla voglia di sentire come ho passato il Natale e cosa son riuscita a combinare ,
quindi , io che che son parecchio attenta ai vostri bisogni mi accingo a raccontarvi tutto....

Dunque ....

Anche quest'anno sono riuscita a ferirmi l'indice della mano destra in ben due punti. 
Si Esatto. 
Come lo scorso anno . 
I miei amici di FB lo ricorderanno, per gli altri ecco la testimonianza : 


Quello  che è scovolgente è che non solo mi sono affettata lo stesso dito...
l'ho affettato anche nello stesso punto. 
Son precisa io, nulla da dire. 

"Come ho fatto dite? 
Volevo aprire l'attack. 
Si con un coltello. 
Che c'è da ridere??? "

Il tappo si era incollato,
io non risucivo ad aprirlo e allora mi è sembrato giusto,
la sera del 24  tentare di forzarlo con un coltello. 
Mi sono così conficcata la punta dello stesso nella piegatura dell'indice. 
Un dolore disumano . 
E no. 
Non sono riuscita ad aprire l'attack. 
Sempre il 24 sera , 
parlando con madre mi sono lanciata in una promessa senza valutare minimamente la portata della stessa. 

Ma andiamo per ordine. 
Vi ho detto che circa un mese fa un caro amico mi ha regalato la macchina del pane? 
No? Immaginavo....

Quando una come me riceve certi regali si sente autorizzata ad usarli in modo eccessivo. 

Morale , 
son venti giorni che , chiunque mi inviti a cena si deve sorbire il pane fatto dalla macchina ....
a qualuno è toccato con le noci, ad altri con i pomodorini , ad altri ancora con olive e così via....
Quindi il 24 sera ho promesso a madre che le avrei portato il pane in due varianti : 
  • Pomodorini e pinoli 
  • Prosciutto e formaggio.
Facile no? 

Peccato che abbia sottovalutato un fattore chiave. 
Per fare il pane con la mitica macchina  servono 3 h 30 minuti. 
Moltiplicate per due "pani" e otterrete 7 ore
La mattina di natale Madre mi attendeva a casa sua alle ore 12:00 . 

Ecco perchè la mia sveglia, la mattina di natale è simpaticamente suonata alle 4.30. 

A notte fonda , la piccola fornaia si è alzata e , con gli occhi cisposi e l'acool della sera prima ancora nello stomaco , ha infornato il primo pane .
Alle otto ha tirato fuori il primo pane dal forno e ha infornato il secondo. 
Mentre la panificazione era in corso mi sono messa ad impacchettare tutti i regali .  

Cos'altro potevo inventarmi per movimentare la mattinata? 
Il caso ha voluto che, nell'attesa il mio sguardo si posasse sul tubetto di attack. 
Ancora chiuso. 
Il maledetto. 
"Voi cosa avreste fatto al mio posto? 
Come dici scusa?
L'avresti buttato nel cestino? 
E darmi per vinta così?
GIAMMAI! "

Io ho tentato di nuovo di aprirlo.
Di Certo! Sempre con il coltello ma usando una tecnica differente. 
E......
Mi sono affettata il solito polpastrello dell'indice della solita mano destra. 
Incurante del dolore ho proseguito e.....
Sono riuscita nell'impresa! 

GIUNTI A QUESTO PUNTO VORREI UN APPLAUSO PER FAVORE.....

Alle 11:30 il secondo pane era pronto,
io ero vestita, truccata e incerottata ,
potevo finalmente partire per casa dei miei genitori e abbuffarmi a dovere. 

Come si è svolto il pranzo di Natale a casa mia? 
Come ogni anno...
Ci siamo seduti alle 13:00 e ci siamo alzati alle 22:30 circa.
No , non spaventatevi....
Non abbiamo mangiato di continuo... dalle 16:00 alle 18:00 , 
come tutte le famiglie che si rispettino , 
abbiamo giocato a Tombola. 
Io volevo tanto saltare la cena e alzarmi.... 
ma mia mamma mi ha incatenato al tavolo e mi ha ingozzato di :
  • crostini ( che fai, mi lasci un crostino di avanzo???? ) , 
  • tortellini in brodo ( che li devi mangiare perchè è tradizione ) 
  • panettone ( che lo devi assaggiare perchè è artigianale ) 
Alle 23:30 , finalmente a letto insieme a lui e ad un alcaselzer, 
salutavo l'infinita giornata , con il buon proposito di alzarmi, 
la mattina del 26 per andare a fare una lunga camminata per smaltire. 
Poi ho aperto gli occhi che erano le 14.30 e quindi la camminata è stata sostituita da
una 6 ore di divano , plaid, tisana digestiva, libri e tv spazzatura......

E ORA POSSO DIRLO CON ASSOLUTA CERTEZZA . 
IL 26 DICEMBRE E' STATA UNA GIORNATA PERFETTA. 


Sempre vostra e con un incudine nello stomaco.... 

S. 



26 commenti:

  1. Ahaah!
    Praticamente, il 26, l'abbiamo passato uguale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che è stato un 26 comune a molti!!!!Almeno 12 ore per digerire ci volevano!!!

      Elimina
  2. pane pomodori e pinoli ottimo abbinamento ;)
    son contenta che non sei andata a allenarti di nascosto
    io e te abbiamo un conto aperto per sabato mattina al mercato e domenica mattina walking!

    non ti racconterò cosi il mio natale... merita un live!
    elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono leggermente allenata stamani.... son vneuta a lavorare a piedi per sopire il mio infinito senso di colpa!!!
      Mi duole ricordarti( ricordarMI) che lavoro sia sabato mattina che domenica mattina... quindi se vuoi , per il mercato sabato dalle 13:00 son disponibile e per la camminata...mi tocca rimandare al 1 dell'anno!
      p.s. Ho visto una foto su fb del tuo Natale ... non vedo l'ora di sentire la versione "LIVE"!

      Elimina
  3. tanto ti sei rilassata ieri che non ti sei alzata per venire a prendere il caffè dopo cena... tra un mese questo non succederà più! sarai costretta a scendere di due piani dalla scampanellata ininterrotta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'ho provato con tutta me stessa.... ma il divano non mi lasciava andare!!!

      Elimina
  4. Mi piace questo blog....e la tua ironia!!
    Capodanno lo odio anche io, ma io odio anche Natale!!
    A presto!
    Elisa (www.psicheecannella.blogspot.it)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa, grazie del complimento e benventuta!

      Elimina
  5. Silvia!!!! Ciao ♥
    Felice di sapere che sei sopravvissuta al Natale, anche io ho fatto del mio peggio (ihihihih) compreso il cinema del 26 con una cofana di pop corn ma te di certo mi hai battuto!
    Ti mando un bacio al raffreddore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio il bacio al raffreddore con un bacio al raffreddore...per non farmi mancare nulla ho pensato bene di prenderlo anche io....così son rientrata a lavoro con questa testa ovattata e la voce nasale...

      Elimina
  6. io te lo dico, col ca***c che mi sarei alzata alle quattro e mezza di mattina per fare il pane, tu sei un monumento, altro che storie! A maggior ragione perchè riesci a fare cose che credevo di poter fare solo io (vedi la battaglia all'arma bianca con il tappo dell'attack!).
    Baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè monumento... io son fuori di testa!!!E su qeusto non ci son dubbi!!!

      Elimina
  7. Insomma tu e i coltelli non andate daccordo,è chiaro!
    Anche io non amo capodanno e non mi interessa festeggiarlo,la befana ancora bene,è solo per i bambini.Però sono comunque giorni in cui si stà a casa dal lavoro quindi ben vengano!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IO invece lavoro pure oggi he è il 31!!! E anche ieri , sabato... insomma niente di bono!!!

      Elimina
  8. ah!ah!ah!...ma vuoi farmi cadere dalla sedia?????..sto ancora ridendo..sei un fenomeno...
    Comunque con l'attack se ti può consolare non ho molta dimestichezza nemmeno io..mi incollo sempre le dita...
    Anche noi il 26 completo 'spataccamento' sul divano..ogni tanto ci vuole!!!
    Ti abbraccio forte e ti auguro un felice nuovo anno, comunque tu deciderai di passare l'inizio amica!!!
    Roberta

    RispondiElimina
  9. L'ho regalata a mio fratello mi pare due anni fa e da allora il pane è diventato un incubo anche per la nostra famiglia!

    Un bacione

    Buon venerdì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara! Buon fine anno!
      Quando la macchina del pane entra in casa.... nessuno gli sfugge più!

      Elimina
  10. io in quanto a tagli, bruciature e cadute....non mi batte nessuno!!!
    ma immagino il dolore oih oih....
    pure io ho passato le feste tra divano, tè e tv!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per le bruciature e le caduete anche io sono parecchio forte.. dovrei scrivere un post a parte sulle bruciature!!

      Elimina
  11. ciao
    io avevo tempo fa la macchina del pane poi si è rotta......ora snono indecisa se prenderla con i punti dell'Esselunga. Io a Capodanno sto a casa, non mi va lasciare sola Hay Lin, lei ha paura dei botti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si riprendila!!!Io ho sviluppato un'insana passione epr quell'oggetto diabolico!

      Elimina
  12. Il mio 26 preciso al to... e si che io festeggio l onomastico il 26... per quanto riguarda l'attack... comrati il tubetto al prossimo giro cosi con una forbice(punta tonda per bambini e anti taglio del dito)potresti cautamente tagliare un angolo del sedere.... buon 2013 :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho fatto una volta... e mi sonoriempita la mano di attack.. c'è voluto un mese per toglierlo...
      lascia stare.. io sono irrecuperabile...;-D

      Elimina
  13. Ma fare il pane il giorno prima no, eh? Nemmeno fossi Antonio il piccolo Mugnaio Bianco!...
    Comunque anch'io ho spignattato per vari giorni nelle feste, e la mattina della vigilia mi si è pure rotto lo scarico del lavandino di cucina, con conseguente allagamento del mobile e del pavimento.
    Capodanno non esiste, o meglio, non esiste più da tempo: casa, divano e spumante. Potrei aggiungere del gorgonzola in tuo onore.
    Buon anno nuovo: ti auguro solo belle sorprese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' no... volevo che fosse bello caldo e non mi paiceva l'idea di farlo il girono prima! Queste cose le fanno persone dotate di buon senso.. dote che a me manca del tutto...
      Mi raccomando.. stasera dedicami del gorgonzola.. apprezzerò moltissimo questo tuo gesto! ;-D

      Elimina

DaiDaiDai... Partecipa al mio caos!

social network

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...